Più calcio nelle nostre tavole.. e nelle nostre ossa!

Perchè approfondire proprio questo argomento? 
Le situazioni in cui si determina una carenza di calcio sono numerose e varie possono essere le cause. Uno stile alimentare poco vario e non equilibrato può apportare una quantità insufficiente di calcio ma, allo stesso tempo, esistono determinate situazioni fisiologiche o condizioni patologiche che possono aumentarne il fabbisogno oppure diminuirne l’assorbimento.
Il più classico degli esempi è la menopausa: la cessata produzione di estrogeni è un fattore di rischio critico in quanto tali ormoni intervengono proprio nella regolazione della fissazione del calcio nelle ossa. Venendo meno tale condizione, si determina una minore capacità di assorbire il minerale che progressivamente si riduce lasciando una struttura ossea porosa e fragile (osteoporosi).
Altri fattori di rischio importanti sono l’inattività fisica, il fumo e l’eccessivo uso di alcool, trattamenti prolungati con farmaci a base cortisonica, malattie infiammatorie intestinali come il morbo di Crohn, artriti croniche, disfunzioni della tiroide e paratiroidi… eccessiva magrezza, anoressia, lunghi periodi di amenorrea, etc..

Che cosa comporta la carenza di calcio?
Dai sintomi meno importanti, come insonnia, crampi muscolari, problemi di carie dentali, nervosismo.. a delle condizioni ben più gravi, come osteoporosi, malformazioni ossee (soprattutto nei bimbi), rachitismo.. anche ipertensione.

Quale marcia in più ci da il calcio?
Il cacio partecipa ai processi di contrazione muscolare (anche il cuore), di coagulazione; è importante per la formazione dei denti, dello scheletro e per il mantenimento. Il calcio è utile in dieta. Stimola la termogenesi (aumenta il metabolismo) e la lipolisi (scissione dei grassi) ed inibisce la lipogenesi.. stimola l’uso dei grassi come fonte di energia.

Come prevenire l’osteporosi? Come arricchire la nostra alimentazione di calcio?
Innanzitutto, prima di parlare di dieta, impariamo ad inserire giornalmente dell’esercizio fisico che stimola la formazione di tessuto osseo, aumenta la resistenza dello scheletro ai traumi, migliora il tono muscolare e l’efficienza articolare! Muoversi fa bene alle ossa, al cuore, alla muscolatura e alla mente.. fatelo più possibile all’aria aperta, così infatti si espone anche la pelle ai raggi del sole, fondamentale perché il nostro organismo possa produrre la vitamina D (indispensabile per l’apparato osseo). Aboliamo vizi quali fumo ed abuso di alcool.

La dieta?
.. bilanciata, con un giusto apporto proteico, glucidico e lipidico.
Basata su cereali integrali, legumi, tanta frutta e verdura (almeno 5 porzioni/die).. olio evo come condimento!
Lo sappiamo, latte e derivati rappresentano le fonti dietetiche di calcio per eccellenza: apportano grandi quantità di questo minerale e con alta biodisponibilità!
Per migliorare l’assorbimento del calcio, i latticini non devono essere consumati assieme a verdure ricche di fibra, come finocchi o spinaci, o assieme alla crusca.
Sappiamo anche però che non tutti possiamo assumerli.. vegani? intolleranti?
I migliori integratori NATURALI di calcio sono i cosiddetti semi oleosi: noci, mandorle, nocciole, pistacchi.. sesamo, semi di zucca.. abituiamoci a metterli nelle insalate, nella colazione del mattino, usiamoli nei dessert!
Anche la frutta essicata (fichi, datteri, uva) forniscono molto calcio. Il modo ottimale per consumarli è come spuntino o a colazione.. ad esempio invece di mangiare degli yogurt con frutta, cereali o troppo grassi.. prendiamo dello yogurt bianco magro e ci aggiungiamo frutta fresca, essicata e frutta in guscio!
– Mangiamo legumi, soprattutto i fagioli di soia e tantissime verdure.. soprattutto quelle a foglia larga come lattuga, rucola, bieta ed i cavoli, broccoli, sono ricchi di calcio!
– Nelle insalate, ma non solo, aggiungiamo 2 cucchiaiate di germogli di cereali o legumi: ricchi, oltre che di Calcio, anche di altri minerali quali fosforo, magnesio, ferro e zinco.. di vitamine C, E e del gruppo B.
– Se non assumete latte, sostituite con bevande vegetali arricchite in calcio.

Ricordatevi inoltre che il nostro organismo necessita anche della vitamina D perchè il metabolismo del calcio sia funzionale.. vitamina che il nostro corpo riesce a produrre quando esposto al sole!
Ed allora.. la soluzione per stare bene non risulta essere sempre: alimentazione corretta, movimento all’aria aperta e pochi vizi?!?!!?

Facebook Comments
ARTICOLI & RECENSIONI, ARTICOLI NUTRIZIONALI
Previous Story
Next Story

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply