Il mio programma

L’approccio che sposo e utilizzo nella mia pratica quotidiana con i pazienti è il frutto dello studio ma soprattutto dell’esperienza sul campo.. parlando con voi, confrontandomi con le vostre necessità e dubbi, debolezze e punti di forza… incontrando centinaia di persone totalmente una diversa dall’altra, ho accumulato un bagaglio di esperienze, racconti di vita e sensazioni che mi hanno portata ad elaborare questo tipo di percorso.

Un percorso che non è solo di dieta.. non è fatto solo di grammature e limitazioni. Un percorso che parte dalla conoscenza di se, degli strumenti a disposizione per cambiare.. di fatti, azioni.. collaborazione.

I punti fondamentali:

1. La CONOSCENZA

Conoscenza di cosa?

Di sè.. delle proprie difficoltà, dei punti di forza.. delle motivazioni che ci spingono a mangiare o a non farlo, le scuse che troviamo per rimandare.. per non fare). Che tipo di mangiatore sei? qual è il tuo approccio mentale verso il cibo? Mangi per fame? ne sei sicuro.. oppure hai solo bisogno di mordere e scaricare tensione… sei emotivo ed hai bisogno di una coccola? riempi la pancia per saziare un vuoto interiore? per arricchirti di autostima?
Il mio obiettivo è farti comprendere che in mano hai gli strumenti per farti del bene, per creare le basi di un ottimo stile di vita: l’alimentazione, l’attività fisica e l’approccio mentale!

Io cercherò di guidarti nella conoscenza del cibo come strumento. Quali sono le idee e le informazioni che hai sul cibo? Spesso abbiamo informazioni sbagliate o confuse.. o fissazioni che si sono sviluppate a livello inconscio!

Perché il movimento è così importante?

No.. non è solo per bruciare calorie! Ti stimola il metabolismo, ti tonifica, ti compensa gli sgarretti fatti a tavola.. sì certo, fa anche quello ma non solo! L’attività fisica ti da una scarica di endorfine.. ti fa sentire di aver fatto qualcosa di buono per te stesso.. ti può mettere in relazione con altre persone che condividono con te le stesse difficoltà o metterti in strada in solitudine a correre per ritrovare te stesso.. ti pone sfide per migliorarti!

2. La CONSAPEVOLEZZA
Solo dopo la conoscenza può arrivare la consapevolezza:

è lo stress cronico che ti induceva a mangiare troppo o male? la cioccolata è il tuo confort food? mangi con i sensi di colpa? se sai cosa c’è alla base del tuo disagio e ne sei consapevole, puoi eliminarlo!

Consapevolezza anche di quali sono i cibi tentatori per te… quelli da eliminare o ridurre.. da tenere lontani.. quelli che sono appositamente studiati per invogliarti, ma invece di darti energia te ne privano e ti creano dipendenza!

Impareremo assieme a starne lontano.. a saperli gestire.. a trovare alternative ugualmente sane e sfiziose, trucchetti per salvarci! Ed allora potrai anche cercare nel mio blog consigli di cucina sana (come si aromatizzano i cibi con le spezie e le erbe aromatiche, studiare condimenti sani ma leggeri, quali zuccheri è bene preferire, come cucinare le verdure mantenendo inalterate le loro proprietà, quali sono i Super Food…) … ricette golose ma leggere.. adatte anche a chi soffre di allergie o intolleranze o, per scelta, elimina certi alimenti (vegani, vegetariani, etc).

Come organizzare la Spesa e gestire la Tua Cucina.. quali i cibi che devono essere sempre presenti in dispensa e in frigo e quelli da non comprare!

3. AZIONE!
Ora le basi ci sono… ora devi metterci il tuo… ora inizia il tuo cambiamento!
Lo vedi davanti a te l’obiettivo da raggiungere? Partiamo con la volontà di migliorare il tuo approccio mentale verso il cibo e, attraverso la rieducazione alimentare, arriveremo a realizzare il tuo piano!

Sarà sempre facile? No certo! A volte, quando fai una promessa a te stessa o a qualcun’altro, a volte.. anche se avevi tutte le intenzioni più buone e pianificato tutto per filo e per segno, le cose vanno storte. In ogni sfera della vita succede.. ma è li che devi tirare fuori ciò che sei! Quelli i momenti in cui fai vedere quanto vali!

Vuoi perdere peso? sì! Ed allora ce la farai.

Non riesci a resistere i dolci…? Aspetta il momento in cui sarai convinta, determinata.. quasi arrabbiata con te stessa da prometterti: ORA BASTA.. NON SGARRO MAI PIU’!  In quel momento, carica di emotività, parti subito.. metti un paio di scarpe da ginnastica ed esci a camminare, scrivi su un foglio “non mangerò un dolce per 15 gg!! senza sgarrare” ed appendilo al frigo!

In questi 15 gg ti capita l’occasione per sgarrare e non riesci a resistere? Tutto è perduto?? EH NO… mai! Il giorno dopo torna subito in dieta, compensa con una bella passeggiata e riparti ancora più carica di prima! Non buttarti giù .. a cosa servirebbe se non a mollare di nuovo??

Sono qui per guidarti anche in questo.. a caricarti.. a sostenerti! Ma DEVI CREDERCI TU.. prima di tutto!

Quindi AZIONE!

 

Facebook Comments