La Vigilia.. ed auguri a tutti voi!

“Porti ognuno il suo cuore,
il suo cuore come un agnello.
Se incontri un lupo lo chiami fratello,
se incontri un povero
quello è il Signore.
Andiamo, dunque, che l’ora è propizia.
Notte d’angeli s’è fatta ormai.
Sotto la neve dan fiori i rosai.
Ecco la stella natalizia.
Non fu mai vista stella più bella
sul campanile del nostro paese.
La più povera delle chiese
fa sentire la campanella,
una campana così contenta
che non c’è cuore che non la senta”

Come già vi avevo anticipato, noi festeggiamo la vigilia a pranzo.. un po’ per comodità, visto i nipotini piccoli.. un po’ per non arrivare al pranzo di Natale ancora con la pancia piena ;-)!
La tradizione vuole i Bigoli “in salsa”.. ed il baccalà con la polenta!
Partiamo dai bigoli in salsa.. Si tratta di un piatto tipico Veneto, che si trova nel menù
della vigilia di Natale perché tipicamente consumato nei giorni di magro
(venerdì santo, mercoledì delle ceneri..). In fondo si tratta di un condimento
molto semplice, considerato “povero”.. ma è invece gustosissimo.
Innanzitutto è fondamentale avere i bigoli freschi, sia
chiaro 😉 .. e fatti in casa..
Bigoli freschi all’uovo:
500 g di farina tipo 0
3 uova intere freschissime
Un pizzico di sale
Un goccio di vino bianco
Qualche goccia di succo di limone
Acqua qb in caso di difficoltà ad impastare
curcuma
Mettiamo la farina a fontana, al centro rompiamo le uova, e
con un pizzico di sale ed un cucchiaino di curcuma (le da colore..) le sbattiamo con una forchetta, man mano inglobando
all’interno un po’ di farina alla volta. Uniamo il goccio di vino e di succo di
limone e lavoriamo la pasta per rendere consistente e liscia. Se serve
aggiungete poca acqua. Avvolgiamo la palla di impasto in un canovaccio umido e
la lasciamo riposare (noi circa 2-3 ore, ma bastano anche 30 min). Passiamo la
pasta con la macchina elettrica prima per tirarla in sfoglie, poi in bigoletti.
Li poniamo man mano, ben stesi, su una tovaglia infarinata.. ben separati tra
loro. Noi li abbiamo fatti qualche giorno fa, quindi li abbiamo posti a nido su
dei vassoi etti coperti da pellicola e messi in freezer.
Il condimento:
filetti di alici (o sarde) sotto sale
cipolle bianche
olio extravergine d’oliva
pepe macinato fresco
Iniziamo a dissalare le alici (o sarde) lavandole per bene
sotto l’acqua corrente e poi le tagliamo a pezzettini.. a me piacciono piccoli
piccoli. Facciamo soffriggere la cipolla, tagliata molto finemente, con l’olio
evo. La facciamo appassire appena appena, non deve colorire troppo.. quando
diventa trasparente uniamo le alici. Lasciamole su fuoco lento finchè non si
disfano quasi completamente.. vi si dovranno sciogliere in bocca quando le
mangiate. Aggiungiamo una bella macinata di pepe (io di sale ovviamente non ne
aggiungo!!). Vi sembrerà molto densa la salsa, ma poi andremo a stemperarla con
l’acqua di cottura dei bigoli.
Per i bimbi che non amano molto un sugo così intenso come quello della “salsa”.. abbiamo preparato come variante, un sughino con orata a pezzettini passata in padella con un filino d’olio, un pizzico di pepe e sale e tanto rosmarino tritato! E voilà, pronta anche la variante!
Poi il baccalà..
Mia mamma prende lo stoccafisso intero, bello grande (siamo in tanti..!!) e lo lascia in ammollo in acqua per circa 3 giorni, cambiando l’acqua ogni giorno! Dopodichè toglie “gli spinetti”, lo taglia a pezzetti che andrà a sistemare in una casseruola grande con 1 cipolla (non serve sia tagliata molto finemente), generose macinate di pepe fresco in grani, un pizzico di sale, ed inizia a rosolarlo aggiungendo a mano a mano il latte.. la cottura è molto lenta, anche 4 ore, aggiungendo quando si asciuga il latte. Deve diventare tenerissimo.. sciogliersi in bocca..
e così era oggi.. meraviglioso! Servito con prezzemolo fresco e, ovviamente, la polentina!
Per chi si sta preparando al Veglione, vi auguro una splendida serata e notte…
un sereno Natale con i vostri affetti più cari..
per mancanza di tempo e ancora mille cose da fare per il pranzo di domani, non riuscirò a passare a salutare tutte per gli auguri.. perdonatemi…
un abbraccio forte
Luisa
Facebook Comments
CUCINA ITALIANA, HOME MADE, Menù DELLE FESTE, SECONDI PIATTI, SECONDI PIATTI DI PESCE
Previous Story
Next Story

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply
    Claudia
    24 dicembre 2012 at 18:05

    Ma daiiii la vigilia festeggiata per pranzo.. è una novità! Ma lo sai che hai ragione? qui me la boccerebbero tutti.. però è davvero una bella idea!! Ottimo menù.. Tanti auguri a te ed ai tuoi cari.. smackk

  • Reply
    Acquolina
    24 dicembre 2012 at 18:37

    che bello il Natale con tutta la famiglia!
    Tantissimi auguri e un abbraccio 🙂
    Francesca

  • Reply
    Maria
    24 dicembre 2012 at 18:51

    Tantissimi auguri anche a te e in famiglia ,un bacio !!!!!!

  • Reply
    Artù
    24 dicembre 2012 at 20:05

    Auguri a te, e alla tua famiglia. Adoro vedere i piatti della tradizione che vengono rivalutati e rendono onore alle tavole delle feste!

    Un bacio grande cara!

  • Reply
    Daniela
    24 dicembre 2012 at 21:38

    A casa mia la vigilia si festeggia poco, mentre domani saremo tutti assieme a casa di mia mamma per il grande pranzo di Natale. E' bello scoprire che abbiamo tutte le nostre tradizioni, l'importante è stare con i nostri cari:)
    Buon Natale!

  • Reply
    m4ry
    25 dicembre 2012 at 8:49

    Tantissimi auguri di Buon Natale:)
    Un abbraccio e grazie per questo menu 🙂

  • Reply
    Un'arbanella di basilico
    25 dicembre 2012 at 21:07

    Tantissimi auguri anche a te Luisa e un abbraccio grandissimo!

  • Reply
    Angelica p
    26 dicembre 2012 at 15:45

    Tantissimi auguri!!!
    complimneti!

  • Leave a Reply