Le tre S: Sacrificio, Speranza, Serenità!

Buon pomeriggio care..
siamo giunti al sabato Santo, la terza giornata del triduo pasquale che si concluderà con la Veglia di questa sera che festeggia la Pasqua. Che siate credenti o no, vi auguro che questa Pasqua sia per voi ciò che essa rappresenta nel suo intimo profondo: Risurrezione e SPERANZA.
Non mancano di certo, soprattutto in questo periodo, messaggi di sfiducia, paura dubbio, inquietudine.. pessimismo (o realismo?).. Ma quella parola – Speranza – sa scacciare ogni nuvola, sa risollevare l’animo, dare la forza ai cuori per potersi aprire alla SERENITA’.
S. Pietro apostolo in una sua lettera scrisse.. “vi raccomando di rendere ragione della vostra speranza”.. consapevoli tutti che essa non è sempre facile da vivere ed ancor meno darla agli altri. Ma nonostante tutto.. la Speranza sa emergere sempre.. è chiarezza, luce, fondamento.. noi tutti confusamente già la possediamo, solo talvolta manca la forza per aprire la mano e lasciarla brillare..
Cristo che risorge, la Pasqua, è questo.. è la speranza che dopo il buio ci sia sempre la luce.
Nella giornata del venerdì Santo cerco sempre di rispettare il più possibile il precetto del “digiuno ed astinenza”; lo ammetto, il completo digiuno non mi sorregge, quindi faccio 3 piccoli pasti rinunciando a carni, dolci..
Certo, astinenza dalle carni è più un simbolo di tradizione che altro, di sicuro il senso non è quello di poter mangiare di tutto tranne la carne, ovvero pranzi o cene luculliane di pesce con aragosta o caviale.. il senso è un piccolo segno di SACRIFICIO.. per accostarsi, almeno per un attimo alla croce di Gesù..
Non è quindi la questione “carne o pesce”.. il senso è solo quello della rinuncia.. anche per ricordare, almeno per un attimo, chi alla rinuncia è costretto non per scelta, ma per mancanza di alternativa.
Il pranzo di ieri è stato questo.. una pasta che dia sostentamento, energia per la giornata ma che fosse allo stesso tempo semplice (vi dirò che poi era buonissima però eh!?!)

Pasta di farro integrale con cime di rapa, tonno e scaglie di mandorle tostate.

160 g di penne di farro integrale Verrigni
150 g di cime di rapa
100 g di tonno al naturale (sottovetro, sgocciolato)
1 acciuga
peperoncino in polvere
aglio
1 cucchiaio d’olio
scaglie di mandorle
pepe bianco in polvere

Fate sbollentare le cime di rapa e cuocete le penne nella stessa acqua e scolate tutto assieme. Nel frattempo in una piccola padella fate rosolare lo spicchio d’aglio con l’olio, l’acciuga ed il peperoncino. Poi unite il tonno e fate insaporire. In una padellina fate tostare le mandorle.
Scolate pasta e cime di rapa direttamente nel tonno, amalgamate e fate insaporire. Servite con una macinata di pepe e le scaglie di mandorle.
Buona giornata donne.. spero di riuscire tra oggi e domani a passare da tutte voi per gli auguri!
bacio
Luisa

Facebook Comments
LIGHT, PRIMI PIATTI, VERDURE & CONTORNI
Previous Story
Next Story

You Might Also Like

11 Comments

  • Reply
    Claudia
    30 Marzo 2013 at 12:37

    Che bel post Luisa…. hai perfettamente ragione.. condivido tutto ciò che hai scritto.. partola per parola.. Io pensa ieri a pranzo 1 arancia.. a cena rigatoni cotti con le cime di rapa.. e conditi tutto a crudo!!! Buonissima anche la tua.. Buona Pasqua cara Luisa… 🙂

  • Reply
    ondinaincucina
    30 Marzo 2013 at 13:26

    Buona Pasqua cara a te e alla tua bella famiglia!!

  • Reply
    Acquolina
    30 Marzo 2013 at 14:14

    Grazie, tantissimi auguri a te!

  • Reply
    sississima
    30 Marzo 2013 at 17:09

    appetitose le tue penne, buona Pasqua, un abbraccio SILVIA

  • Reply
    melania
    30 Marzo 2013 at 18:55

    …..Bellissime parole ….di pace e serenità anche per te cara Luisa.
    Un augurio di cuore e complimenti per quel piatto proprio di gusto.
    Un bacio

  • Reply
    ornella
    30 Marzo 2013 at 19:19

    Che belle parole! Se si riesce a mantenere sempre e comunque la speranza, i sacrifici diventano fardelli meno pesanti..
    Buona Pasqua carissima Luisa a te e famiglia

  • Reply
    Federica
    30 Marzo 2013 at 21:23

    E' bellissimo il post che hai scritto ed è vero che se c'è la speranza nel cuore, anche i momenti più difficili si affrontano meglio. A volte penso che per rispettare davvero il "digiuno e astinenza" i venerdì di quaresima dovrei impormi di mangiare carne. sarebbe di sicuro un sacrificio maggiore di quanto non lo sia rinunciarci che anzi…è un piacere!
    Gustosissima la tua pasta 🙂
    Un bacione e tanti auguri di buona Pasqua :*

  • Reply
    bucciadilimone
    30 Marzo 2013 at 22:05

    un abbraccio grande e tanti Auguri!
    e.

  • Reply
    Laura Carraro
    30 Marzo 2013 at 22:41

    Bellissime parole, buonissima pasta!!!
    Tantissimi auguri per una serena Pasqua a te e ai tuoi cari!!!

  • Reply
    renata
    31 Marzo 2013 at 5:35

    La pasta è davvero uno spettacolo di colori e gusto
    ed emozionanti le parole che l'accompagnano….Condivido tutto dolce ragazza
    Ti abbraccio cara Luisa
    Buona Pasqua!!!!!!!!!!

  • Reply
    faustidda
    31 Marzo 2013 at 7:02

    In un momento come quello che stiamo vivendo abbiamo bisogno di molta speranza… chissà che non arrivi anche la serenità.
    Un abbraccione grosso e davvero auguri di cuore! ;))

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.