Dark & Hot Vegan chocolate tarte

C’ho il periodo vegan – vegetariano.. lo ammetto.. 
ci sono dentro con tutte le scarpe in questa crisi mistica/alimentare.. 
sto prendendo quella via? 
naaaaaa..
non sono mai per le scelte drastiche, estreme..
vegana nè vegetariana non lo sarò mai.. ma ciò non toglie che io sia conscia dell’importanza di ridurre al minimo i grassi e le proteine di origine animale.. ed è ciò che faccio nella mia quotidianità.
Ma ogni tanto un bel pesciolino me lo mangio..
il pollo lo adoro..
quindi…
Vabbeh, torniamo al periodo vegano.. e quindi…
……………..
Golosità alla portata di tutti?

A vederla assomiglia tanto ad una sacher.. con il pan di spagna al cioccolato, la farcitura all’albicocca e la glassa fondente. A differenza della versione originale però, questa torta è puramente vegana, con la totale assenza di grassi animali. Non ci sono uova, nè latte o derivati, nè burro.
Eppure vi assicuro che non ha nulla da invidiare alla cucina viennese.. ha un intenso e particolare gusto che racchiude tutta la prelibatezza del cioccolato fondente, con un interno umido ed una glassa golosa.

Con cosa possiamo sostituire gli ingredienti principali di origine animale?
Le uova con la rapa rossa,
il latte con l’acqua, 
il burro con l’olio di semi e
la panna con la sua versione vegetale.
Sapete poi cosa?.. la voglio pure piccantella..  e quindi…
ecco a voi..
Il cioccolato è uno degli alimenti più ricchi di virtù.. lo associamo sempre alla “tentazione”, alla “golosità”.. ed infatti buono da morire com’è, è perfetto con la sua azione antidepressiva..
ma questo alimento è ricco di polifenoli, in particolare di catechine e epicatechine (la quantità varia in relazione al tipo di cacao impiegato, alla sua lavorazione..) .. in quantità molto elevate che non si ritrovano in nessun altro alimento, neanche nel tè verde, nel vino rosso o nel mirtillo, famosi proprio per essere ricchi di questi componenti.
Insomma, non possiamo mangiarne in quantità incontrollate certo, ma privarcene… e perchè?!?

Ingredienti (stampo da 20 cm)
130 g di rapa rossa lessata
120 g di zucchero integrale
150 g di farina 00*
50 g di farina di mandorle
100 ml di olio di semi
40 g di cacao amaro
50 g di cioccolato fondente extra (almeno 75%)
1 bustina di lievito
½ cucchiaino di peperoncino in polvere
½ cucchiaino di zenzero grattugiato finemente
un pizzico di sale
Acqua q.b. (circa 100 ml)
Bagna con acqua, zucchero e rum
Confettura di albicocche
Copertura con 120 g di cioccolato fondente extra (almeno 70%)
½ cucchiaino di zenzero in polvere
50 g di panna di soia
* Posso sostituire la farina 00 di frumento con della farina senza glutine, così da poterla servire anche a chi ne è intollerante.

Ungete con olio di semi uno stampo da 18/20 cm ed infarinatelo per bene.
Facciamo sciogliere i primi 50 g di cioccolato a bagnomaria e lasciamo raffreddare.
In una ciotola versiamo l’olio di semi e la rapa rossa (quella confezionata sottovuoto) e frulliamo per ridurla in purea. Aggiungiamo lo zucchero, le due farine, il cacao amaro, il lievito, le spezie e un pizzico di sale. Mescoliamo, uniamo anche il cioccolato fuso e amalgamiamo il tutto energicamente con un cucchiaio fino a sciogliere i grumi.
L’impasto sarà denso. Aggiungiamo ora infatti circa 100 ml d’acqua e mescoliamo per rendere l’impasto ben omogeneo. Versiamo tutto nello stampo e cuociamo a 180° per circa 30 minuti (prova stecchino). Sforniamo e lasciamo raffreddare prima di sformare.
Nel frattempo prepariamo una bagna con dell’acqua bollente in cui sciogliamo un po’ di zucchero ed un cucchiaino di rum.

Tagliamo la torta a metà, ottenendo 2 dischi sui quali distribuiamo la bagna preparata. Spalmiamo un generoso strato di confettura di albicocche (la mia home-made) e sovrapponiamo il secondo disco, ricomponendo la torta.

Ora prepariamo la glassa: facciamo fondere il cioccolato fondente all’interno della panna calda insaporita con lo zenzero. Quando il cioccolato è sciolto, lucido e liscio, versiamo tutto sopra la torta facendo colare anche dai lati. Con un coltello aiutiamo la glassa a ricoprire tutto, bene anche i bordi. 
Lasciamo raffreddare e teniamo in frigo almeno 2 ore prima di servire.
 Il giorno dopo è decisamente più buona.
un abbraccio, buon weekend
Luisa
Facebook Comments
DOLCI & SFIZIOSITA', Lattosio free, Ricette SENZA, Senza uova, TORTE DA FORNO, VEGANO
Previous Story
Next Story

You Might Also Like

41 Comments

  • Reply
    Kappa in cucina
    8 novembre 2013 at 9:14

    Wow ma che meraviglia…ogni tanto eliminare carne e pesce dall'alimentazione va bene e ridurre burro uova latte non fa male….ma io sono carnivora e lo ammetto a testa alta!!! Luisa questa torta è cioccolatosissima!!gnammy strepitosa!!!! baci cara un abbraccio e se vedi ombretta abbracciala per me!!! ti lovvo!

    • Reply
      ghiottodisalute
      8 novembre 2013 at 9:54

      Ogni scelta è da rispettare.. Io stessa appunto non riuscirei ad eliminare del tutto l'animale' dalla mia dieta.. E non lo vorrei..
      Te la saluto di certo
      Bacio

  • Reply
    m4ry
    8 novembre 2013 at 9:17

    EHEHEHEHEH…..anche a me arrivano le fisse…quelle del "periodo di"…
    Direi che questa torta è goduriosa al punto giusto. Mi piace amica ! Amo la cioccolata, ma già lo sai 😉
    Bacini e buon week end ! <3

    • Reply
      ghiottodisalute
      8 novembre 2013 at 9:56

      Cioccolata addict fatevi sottoooo..
      Ah nessuno come me va in fissa x qualcosa è da li non me esce .. Almeno fino alla "fissa" seguente 🙂
      Baciooo

  • Reply
    Meggy
    8 novembre 2013 at 9:33

    Speciale è dire poco!Mi sono innamorata a prima vista di questa torta!Cioccolato fondente piccante?Rape rosse?Marmellata di albicocche?Wow <3 <3 <3 Favolosa!Evviva il tuo periodo veg allora!!Baci e buon venerdi

  • Reply
    Claudia
    8 novembre 2013 at 9:45

    Accipicchia… con la rapa rossa dentro???? Io faccio una base simile senza latte..olio.. uova.. ma la tua.. mi stuzzica un belpò.. Sarà senz'altro golosa!!! baci e buon w.e. 🙂

  • Reply
    Ileana Pavone
    8 novembre 2013 at 10:41

    Sai che siamo molto simili? 🙂 anche io non sono per le cose estreme, ma sono attenta e mi piace provare tutto, cucinare senza qualche ingrediente.. quindi come potrei non amare la tua torta? ^_^

    • Reply
      ghiottodisalute
      8 novembre 2013 at 11:35

      L'attenzione in cucina è un gesto a favore della nostra salute.. Una scelta che compiamo ogni giorno!

  • Reply
    Zucchero Farina
    8 novembre 2013 at 10:58

    Che con la rapa rossa si facesse un dolce non avrei mai immaginato! Da provare! Io faccio quella di Martha Stewart senza latte e uova. baci

    • Reply
      ghiottodisalute
      8 novembre 2013 at 11:35

      Buonissima ricetta anche la sua.. Anch'io l'ho fatta!! Bacio

  • Reply
    Francesca
    8 novembre 2013 at 11:11

    io muoio qua, sappilo <3 Sto sgolosando sulla tastiera ^_^ Bravissima!

  • Reply
    Acquolina
    8 novembre 2013 at 12:20

    mai privarsi del cioccolato! 😀
    che torta, da svenire!!!

  • Reply
    Stefania Benedetti
    8 novembre 2013 at 12:45

    con la rapa? interessantissimo dolce che voglio provare al più presto anche perché la mia dispensa è sprovvista di golosità. se ti va, luisa, da me c'è un contest. un bacione

    • Reply
      ghiottodisalute
      8 novembre 2013 at 15:47

      eh sì cara, con la rapa rossa..
      baciotti
      ps.. ho visto il contest.. spero di riuscire a partecipare

  • Reply
    MARI Z.
    8 novembre 2013 at 13:25

    Che bontà LUISA!
    mi piace molto questa tua versione vegana! Anche se non vuoi diventare vegetariana (non lo si diventa mai di punto in bianco, ma per gradi, ed è già un bene che ti stia interessando e sperimentando) non puoi privarci di queste DELIZIE! 😉

    • Reply
      ghiottodisalute
      8 novembre 2013 at 15:49

      certo… hai ragione.. sono scelte che, se fatte in maniera repentina e drastica, probabilmente sarà dura che siano definitive.. vanno calibrate, pensate..
      Sai.. interessarmi e sperimentare è il mio lavoro, faccio la nutrizionista.. non posso non applicare ciò che rivendico ogni giorno!
      bacii

  • Reply
    Mirtillo E Lampone
    8 novembre 2013 at 13:56

    E questo periodo vegano ci piace…se sforni queste robe qui, vedi, sorride anche la foto della torta! Mi incuriosice l'uso della rapa, veramente particolare…sarei curiosa di assaggiarne il sapore!
    Un baciotto Luisa
    Berry

  • Reply
    Pinko Pallino
    8 novembre 2013 at 14:59

    Molto golosa davvero, poi le tue sostituzioni sono molto interessanti!!!
    Buon fine settimana!!!

  • Reply
    Peanut
    8 novembre 2013 at 16:29

    uaaah :OO che meraviglia!! è un tripudio di golosità! da quant'è che non ho il tempo di prepararmi una tortazza così, sigh. con la rapa l'avevo provata anch'io, sono molto curiosa verso tutte queste inusuali. e beh, direi che anche tu non è vero che non sei per le cose "estreme", sempre se così vogliamo chiamarle [in certi casi io preferisco coerenti! 😉 ]
    buon finesettimana e a presto!

  • Reply
    2 Amiche in Cucina
    8 novembre 2013 at 17:02

    ma che meraviglia, una torta sublime, da provare, un bacio e buon fine settimana

  • Reply
    Federica Simoni
    8 novembre 2013 at 17:32

    meno male la ricetta non è scritta solo sulla foto…mi strapiace, da provare!! Buon we

  • Reply
    Chiara Setti
    8 novembre 2013 at 18:49

    Questa della rapa non la sapevo!!! Geniale! :*

  • Reply
    sandra liccioli
    8 novembre 2013 at 19:42

    a parte la rapa, il vegano e il vegetariano questa torta è un tripudio alla gola!!!! bella piccante e frizzantemente cioccolatata…geniale insomma!
    baci!
    Sandra

  • Reply
    Valentina Mini bonbons
    8 novembre 2013 at 20:06

    Una torta meravigliosa e poi è anche vegana… Sosotituire alle uova la rapa.. devo provare!!
    comunque davvero un bellssimo blog.. non so come ho fatto a non trovarti prima! subito aggiunta tra i tuoi follower e su google +,così non mi perdo i tuoi post!
    Buona serata
    vale

  • Reply
    consuelo tognetti
    9 novembre 2013 at 7:22

    Ma che spettacolo Luisa!!!! Complimenti x questa torta sperimentale, da provare assolutamente e poi con quell'intenso sapore di cacao e cioccolato è anche un ottimo antidepressivi !!!
    Buon we cara <3
    la zia Consu

  • Reply
    ~ Inco
    9 novembre 2013 at 11:55

    Mmmh…quando ho visto le prime foto è come se avessi sentito una musica misteriosa che prepara ad un grande spettacolo….ed infatti *-* mamma miaaa *–* Che deliziaaaaa!!!! Ottimissima torta…mi hai messo voglia di andare in cucina e preparare tutti gli ingredienti! 😀
    Un abbraccio carissima <3
    Incoronata.

  • Reply
    Simo
    9 novembre 2013 at 12:55

    strepitosa….e non dico altro…………………..

  • Reply
    Patapata
    9 novembre 2013 at 17:47

    maròòò cosa vedo!!!! è al cioccolato, è un OTTIMO cioccolato quello che hai usato (me lo regalarono l'anno scorso, 1,2kg!), è una quasi sacher, è vegan…. è MIA! :))

  • Reply
    La cucina di Esme
    9 novembre 2013 at 23:19

    ASSOLUTAMENTE DA PROVARE! mai fatto un dolce con la rapa rossa, hai fatto una meraviglia e poi ormai lo sanno tutti io non resisto ad una torta al cioccolato in tutte le sue mille possibili varianti e questa senza grassi sarà mia!
    bacioni
    Alice

  • Reply
    Blueberry Muffin Bakery
    10 novembre 2013 at 8:22

    vedere di prima mattina tutto questo buonissimo cioccolato fondente mi fa venire l'acquolina in bocca!! che dire.. meravigliosa.. da mangiare in un solo boccone!

  • Reply
    cami
    11 novembre 2013 at 16:59

    Avevo letto della rapa rossa nell'impasto dei dolci ma ancora non ho provato 🙂

    Mi spiace che l'alimentazione Vegana o vegetariana che sia venga vista come drastica… In realtà nei nostri piatti non manca mai nulla e la cediamo piacevolmente alla gola… Questa sacher o torta al cioccolato lo conferma pienamente 😀
    Poi ognuno sceglie quello che crede ma decisamente non manca nulla e la carne ed il pesce sono l'ultima cosa, che personalmente, cerco di sostituire nei miei piatti ^_^

  • Reply
    Artù
    19 novembre 2013 at 8:52

    anche io ogni tanto mi sento veg e magari mi dedico a qualche giorno di pulizia del corpo e della mente con alimenti di origine vegetale e pure biologica (sai che è la mia fissa)….questa torta dark e hot non potevo perdermela!!!!

  • Reply
    parole vegetali
    26 novembre 2013 at 7:37

    ciao Luisa, da ieri ti seguo con bloglovin.Questa torta è golosissima.Io sono vegana ormai da tempo, e mi dispiace un pò leggere che siamo considerati ancora oggi degli estremisti.Di solito la parola estremista, è sempre associata a qualcosa di negativo.La scelta vegan è sempre legata all'amore, amore per gli animali, ma anche amore per il genere umano.sappiamo bene tutti (se non vogliamo mettere la testa sotto la sabbia come gli struzzi giusto per restare in tema animali ), che il problema della fame del mondo è causata maggiormente dall'industria della produzione della carne che usa il 90% della produZione mondiale di cereali per sfamare gli animali da allevamento.Le risorse andrebbero ridistribuite, e ci sarebbe cibo per tutti.Quindi è inutile piangere per la fame nel mondo se poi si mangia carne.Quindi una scelta vegan, è etica su tutti i fronti.Etico, non estremista.Inoltre essendo tu medico nutrizionista, sai meglio di me che ci sono tante patologie legate all'assunzione di proteine animali e derivati (quindi anche formaggi, salumi, ).colesterolo cattivo alto, infarti ed ictus, diabete e pressione alta sono strettamente legate all'alimentazione (ovvio, non è solo quello ma è provato che con il cambio di alimentazione si riducono i rischi di contrarre le malattie sopra citate).con l'alimentazione vegetariana (meglio senza derivati come latticini ), si possono trarre solo vantaggi per la salute.ovviamente all'inizio è meglio affidarsi ad un nutrzionista per farsi guidare nel cambio alimentare, poi si può continuare da soli.
    ciao e buona giornata

  • Reply
    parole vegetali
    26 novembre 2013 at 7:52

    la panna di soia sarebbe meglio sostituirla con quella di cocco (in pratica la parte solida del latte di cocco ovviamente bio ed equosildale ), in quanto la panna di soia contiene olii e grassi vegetali ( che dove non ESPRESSAMENTE specificato), sono sempre derivati dall'olio di palma.come tutti sappiamo,l'utilizzo dell'olio di palma nell'industria alimentare ha conseguenze disastrose sull'ecosistema e sulla vita degli oranghi.Non ultimo, la panna di soia fa malissimo alla salute.al limite si potrebbe aggiungere un cucchiaino di lecitina di soia granulare (ovviamente non transgenica e bio) come parte grassa.Oppure dei semi di lino.Con le scelte alimentari di ogni giorno, possiamo fare qualcosa per la terra in cui per poco tempo soggiorniamo.

  • Reply
    Stagioni e benessere in tavola!
    1 maggio 2015 at 10:02

    […] ho fatto io qui, oppure speciale la ricetta della torta al cioccolato.. che io vi ho già proposto qui, ma potete trovare anche da Gabila.. Potete usarla per degli smoothies pieni di colore e salute .. […]

  • Leave a Reply