La bontà: dal campo alla tavola!

Cosa c’è di meglio per celebrare il Benvenuto alla Primavera, se non con un ode alle erbette di campo..
le campagne attorno a casa mia sono un tripudio di questo verde ricco di proprietà e gusto..
tarassaco (dente di leone), carletti o sciopèt (le prime foglie della silene), bruscandoli (i germogli del luppolo), ortiche.. e ancora rosoline (le foglie del papavero), borraggine..
Amo anche il sole gesto di poterle raccogliere.. il mio sabato mattina ha incluso una rilassante oretta pei campi, a godermi le ultime ore di sole (ora piove ;-( ..).. ho raccolto un favoloso bottino con Athena che mi gironzolava attorno avida di odori e nuovi profumi..

Di idee, ricette, modi di prepararle potete trovarne milioni.. basta avere la fortuna di poterle raccogliere (mi raccomando lontano da strade trafficate..) e poi con poco fate dei piatti poveri e favolosamente ricchi.. una frittata? un semplice risotto?

Appena tornata a casa le ho subito passate in padella e utilizzate per delle lasagne..
ecco la ricetta della mie Lasagne in verde

Per 4 porzioni
Pasta fresca per lasagne agli spinaci (fatta in casa da mia madre)
1 mazzetto di bruscandoli
1 mazzetto di sciopèt
1 mazzo abbondante di cicorietta selvatica
porro
pepe bianco
olio evo
60 g di speck tirolese
ricotta fresca di vacca
per la besciamella light/crema di latte
400 ml di latte parz. scremato
40 g di farina di riso
un pizzico di sale
noce moscata
Iniziamo con la besciamella: in pentolino scaldate il latte. Sciogliete la farina di riso con il sale e la noce moscata in 150 ml di latte, sbattendo bene con una frusta per non formare grumi e poi unite a filo il resto del latte. Veloce, buona e pure light!
Prepariamo ora le erbette: lavate e mondatele e tagliatele a tocchetti, per poi farle saltare in padella con il porro tritato ed un filo d’olio evo. Aggiungete un mestolo di acqua bollente e fate stufare le erbette. In una ciotola mettete le erbette raffreddate, la besciamella (tenetene da parte qualche cucchiaio), la ricotta e lo speck a tocchettini.
Sul fondo di una teglia mettete un paio di cucchiai di besciamella e poi  formate gli strati della lasagna con un foglio di pasta fresca ed uno strato del mix di erbette, così via fino ad esaurire gli ingredienti. Terminate con la crema di erbette e sopra besciamella, poi a piacere una grattugiata di pecorino o grana e infornate in forno caldo a 200º per circa 30 min, finchè la superficie avrà una bella crosticina colorata.
Sfornate e servite calda!
e se non è questo un modo per celebrare la primavera???

Buon fine settimana
un abbraccio
Luisa

Facebook Comments
CUCINA ITALIANA, PRIMI PIATTI, VEGETARIANO, VERDURE & CONTORNI
Previous Story
Next Story

You Might Also Like

23 Comments

  • Reply
    consuelo tognetti
    22 marzo 2014 at 16:49

    Il tuo bottino ha fatto proprio una degna fine 😀
    Consolati anche qui ha iniziato a piovere 🙁
    Buon we cara <3

  • Reply
    Claudia
    22 marzo 2014 at 17:37

    Sono un vero spettacolo… non ho questa fortuna di poter raccogliere le erbette di campo..ma anche perchè.. non ne saprei riconoscere una dall'altra :-(.. Buonissima davvero la tua lasagna… io penso semrpe di volerne fare una con la cicoria ma poi non so perchè non lo ricordo mai.. hihihih magari grazie a te mi lancerò.. samck e buona serata

    • Reply
      ghiottodisalute
      23 marzo 2014 at 8:36

      è proprio una fortuna, hai ragione!!!
      e falla sta lasagna con la cicoria!! un abbraccio cara

  • Reply
    Il Mondo di Framm
    22 marzo 2014 at 18:28

    Anche a me piace andare nei campi alla ricerca di erbette ed ho colto la borragine con la quale ho fatto un bel risotto.

  • Reply
    SeV a colazione
    22 marzo 2014 at 18:28

    Ciao Luisa! Che bello vedere che qualcun altro la pensa come me, con tutte queste belle erbe non c'è che l'imbarazzo della scelta! Poi, come dici tu, solo il gesto di raccogliere le erbe è appagante!
    V

  • Reply
    Paola
    22 marzo 2014 at 19:20

    Ciao che buona questa lasagna! E poi queste verdure appena raccolte sono davvero un ingrediente vincente! Complimenti e buon we
    Paola

  • Reply
    Andrea
    22 marzo 2014 at 20:42

    Una lasagna primaverile di tutto rispetto! Ottima con le erbette colte nei campi. A Roma queste verdure non sono conosciute e d'altra parte non è facile trovare campi inerbiti lontani da strade trafficate. Pazienza! Baci

  • Reply
    Ileana Pavone
    23 marzo 2014 at 7:06

    Adoro questo post, mi ci rivedo molto ^_^
    Sai che adoro le foglie del papavero? Ti ringrazio perché non sapevo avessero un nome, qui ancora non ci sono, ma io ne mangio in grandi quantità anche in insalata, le adoro!
    Per adesso qui ci sono gli asparagi selvatici, non mi resta che raccogliere tarassaco e ortica!
    Grazie davvero per questo post, lo apprezzo moltissimo, ti sento vicina al mio modo di vivere la vita e questa è una cosa bellissima.
    Le lasagne poi, uniche!
    Un bacio cara, buona domenica :*

  • Reply
    Alice
    23 marzo 2014 at 7:34

    che bel bottino! anch'io quest'anno sotto lo sgurado vigile della zia ho imparato a raccogliere queste bontà che fin'ora mi ero limitata a mangiare o a cuocere. le hai utilizzate in un piatto che fa venire fame solo a vedere le foto!

  • Reply
    terry giannotta
    23 marzo 2014 at 7:57

    Mi hai fatto tornare in mente quando da piccoli mia madre ci portava in un campetto vicino casa e mentre noi giocavamo rincorrendoci nel prato, lei china raccoglieva l'erba matta, come la chiamava lei … bei ricordi. La tua lasagna sa proprio di buono, pasta fresca fatta in casa e erbe di campo, bravissima!

  • Reply
    elena
    23 marzo 2014 at 7:58

    Complimenti una ricetta da leccarsi baffi!
    Sono imbranatissima con le erbe spontanee a parte il tarassaco e la borragine, il resto non saprei dove trovarle (ortiche a parte..con cui ho fatto degli gnocchi fantastici).. mi ci vorrebbe un corso….grazie della proposta! buona domenica

  • Reply
    Silvia Brisigotti
    23 marzo 2014 at 10:09

    Buonissime!! Io non ne so riconoscere molte purtroppo, però quelle che conosco le raccolgo e me le mangio con gran gusto!!
    Buona Domenica!

  • Reply
    Yrma
    23 marzo 2014 at 10:43

    Una signora ricetta per una signora di bravura!!!!! Mi piace TUTTO di questa ricetta…Ieri ho comperato il tarassaco 🙂 Sempre piu bisogna tornare alle erbe spontanee e tutto ciò che è….madre natura!!!!Bravissima che ce lo ricordi!!!Un bacione

  • Reply
    Cristina Lionetti
    23 marzo 2014 at 11:09

    Che belle le tue lasagne!!
    Buona domenica 🙂

  • Reply
    CONTROTUTTI
    24 marzo 2014 at 10:36

    usiamo poco le erbe, anzi per niente e non le sappiamo distingure….^_^ il verde della tua teglia è troppo invitante

  • Reply
    La cucina di Esme
    24 marzo 2014 at 10:49

    questa lasagna è strepitosa!
    baci
    Alice

  • Reply
    Rosita Vargas
    24 marzo 2014 at 14:26

    Sulasagna luce deliciosa buena versión,abrazos 🙂

  • Reply
    Cucina Mon Amour Thais
    24 marzo 2014 at 14:31

    Ciao Luisa
    Hai ragione, i campi sono un trippudio di verdure… Ma devo ammettere che non so raccogliere..
    Ma c'é un mercatino qua vicino che vende l'erba pazza.. che é un mix di tutte queste verdure… E tu mi hai fatto venire il desiderio di andar a prendere.
    Buonissima questa lasagna… lasciami una fettina???
    Un abbraccio.
    thais

  • Reply
    ~ Inco
    24 marzo 2014 at 20:55

    sono straordinarie queste foto e piatto!!
    Uffi quando vorrei essere li::
    Un bacio e buona serata.
    Inco

  • Reply
    Lory B.
    26 marzo 2014 at 9:41

    Ciao Luisa!!!! Spettacolari le tue lasagne e anche molto originale!!!! Abituata a preparare frittate, risotti, polpette… oggi m'hai fatto proprio un grande regalo!!!!!!! Grazie!!!
    Un abbraccio e complimenti!!!!

  • Reply
    Gioia
    27 marzo 2014 at 12:43

    Adoro le erbe di campo… e mi piace l'idea di metterle nelle lasagne!!

  • Reply
    Serena Pasqua a tutti voi
    1 maggio 2015 at 10:40

    […] e sedano Primi piatti: Spaghetti con seppioline e pomodori secchi su crema di zucchine – Lasagne verdi Grigliata di pesce raffinato Dolci: La pastiera – Semifreddo all’amaretto con […]

  • Leave a Reply