Zuppa di cavolo nero, lenticchie rosse, miglio e pecorino

Mio marito è il primo assaggiatore dei miei piatti, esperimenti..
il primo critico. Sempre sincero (a volte troppo ;-p).
Ha però dei gusti molto fissi, idee molto rigide. La sua dieta prima di conoscermi era molto ristretta, basata essenzialmente su carne e patatine, pasta al pomodoro, pizza, pane e nutella.
Si spaziava su ben altro.
Negli anni possiamo dire che ho lavorato bene, ottenuto molto, cambiato parecchio.. ma di strada ancora ce n’è.
Non è un gran mangiatore di verdura, ma adoro le zuppe.. 
immancabili quindi almeno 2 sere/settimana in questa stagione…
io ci metto di tutto.. ogni tipo di verdura di stagione, legumi e cereali vari in tutte le combinazioni possibili..
Se dovessi scegliere non avrei dubbi.. 
porro, zucca, lenticchie rosse e farro: questa è la mia preferita!
Ma ogni volta ne creo una diversa..
gli ho fatto mangiare tutti i cereali e pseudocereali possibili, ma uno ne mancava..
miglio.
con “che”? il “miglio”?
cioè, il mangime per gli uccellini?
faccia imbronciata (la mia)
faccia divertita (la sua)
…. 
no vabbeh… combatto già tutti i giorni con pregiudizi, preconcetti e falsi miti su alimenti, ingredienti e diete..
ci manca solo si metta mio marito..
la sua espressione continua ad essere divertita..
ok, mi sbollisco e capisco che scherza..
ci butto il miglio..
ma allora, sto benedetto miglio vediamo di conoscerlo un po’ meglio no? e togliamoli quell’etichetta di cibo da uccelli..
..piccolo chicco, perfettamente sferico, del colore dell’oro..
Questo cereale ha un sapore così dolce, delicato.. è tra i cereali forse il più digeribile e più ricco di sali minerali quali ferro, fosforo, magnesio, fluoro.. e anche il silicio, un prezioso aiuto per unghie, capelli e pelle. Il miglio contiene pochissimi grassi, ma in % elevata sono acidi grassi insaturi (78-82%). Buono anche il contenuto di vitamine A, B1, B3 ed E. E’ uno dei pochi cereali con effetto alcalinizzante che contrasta l’effetto di un abuso di proteine.
Tutte queste proprietà lo rendono ideale come ricostituente, rigenerante e remineralizzante e quindi raccomandabile soprattutto durante gravidanza ed allattamento, in caso di intensa attività fisica e mentale e in chi soffre di artrosi o osteoporosi. Ottimo per i bambini visto l’alto contenuto energetico ma altrettanta digeribilità!
La varietà più usata è il miglio dorato, disponibile in chicchi interi, preventivamente privati della parte più esterna, che li renderebbe indigeribili. È poi in vendita sotto forma di fiocchi precotti oppure ridotto in semolini e farine. 
Una varietà particolare è il miglio bruno selvatico, ricco di oligoelementi, che può essere utilizzato come un vero e proprio integratore alimentare, per rafforzare la pelle e i capelli. Utilizzabile tutti i giorni, ad esempio, aggiungendone un paio di cucchiai al muesli della colazione del mattino. 
Ha un effetto diuretico ed energizzante, con un basso indice glicemico. 
Non dimentichiamo che trattasi di un cereale “gluten-free”, quindi adatto ai celiaci. 
Il miglio è inoltre facile e rapido da cucinare (non serve l’ammollo): giusto una tostata, a fuoco basso, in una casseruola senza olii; poi si aggiunge una quantità doppia di acqua calda, si copre e si porta a cottura in 15 minuti (tutto il liquido sarà stato assorbito). Eclettico e performante, si presta a sformatini, gallette, polpette e crocchette grazie al suo potere agglutinante, evitando l’uso di uova.. ma anche per farciture di verdure al forno (in questo caso dimezzate sia l’acqua che il tempo di cottura). Ovviamente, è ottimo aggiunto alle minestre e zuppe.. 
Insomma va dappertutto.. anche nei dolci? ebbene sì! Cotto nel latte per fare dei budini ad esempio.. oppure usate la sua farina per crespelle, torte.. tagliata con altre farine magari!
Zuppa di cavolo nero,
lenticchie rosse, miglio e pecorino
……………………………………………………………………………………
 Per 2 persone 
50
gr lenticchie rosse
60
gr miglio decorticato
Mazzetto
di foglie di cavolo nero
2
carote
1
costa di sedano verde
1
zucchina
1
manciata di fagiolini
½
cipolla di tropea
1
spicchio d’aglio
brodo
vegetale (1 l circa)
olio
extravergine d’oliva
sale
rosa dell’Himalaya
Peperoncino
fresco
Paprika
dolce
Pepe
nero
Rosmarino
Pecorino
romano q.b.
Preparate un trito di cipolla ed aglio e fate soffriggere qualche minuto in un cucchiaio d’olio d’oliva con il peperoncino, poi unite tutte le verdure mondate, lavate e tagliate a tocchetti, coprite il brodo vegetale, portate a bollore poi abbassate la fiamma e cuocete per circa 15 min. A questo punto con il frullatore ad immersione tritate grossolanamente la zuppa, a scatti qua e là.. rendendola tutta grumosa e densa. A questo punto unite lenticchie rosse e miglio e cuocete per altri 15-20 minuti circa. A fine cottura unite paprika, pepe nero e regolate di sale. Servite con del rosmarino tritato, un filo di olio extravergine a crudo (di quelli buoni!!) ed una grattugiata di pecorino romano.
morale della favola? piaciuta tantissimo questa zuppa.. tanto da chiederne il bis la sera stessa .. e pure di rifarla la sera dopo!!
miglio.. hai vinto!
buona settimana!
Luisa
Facebook Comments
CUCINA ITALIANA, Gluten Free, PIATTI UNICI, Ricette SENZA, VEGETARIANO, ZUPPE
Previous Story
Next Story

You Might Also Like

13 Comments

  • Reply
    Claudia
    24 Novembre 2014 at 11:18

    Io ho fatto la mia prima zuppa di stagione proprio venerdì scorso.. e anche io col cavolo nero che adoro!! La tua versione con lenticchie e miglio è da provare sicuramente!! Ti credo che hanno chiesto il bis.. baci e buon inizio settimana 🙂

  • Reply
    Any
    24 Novembre 2014 at 17:31

    Anch'io ne creo una diversa sempre, in base agli ingredienti che mi ritrovo a casa. Mai provata con il miglio, ma mi piacerebbe sicuramente. Stasera zuppa anche a casa mia!
    Buona serata!

  • Reply
    Simo
    24 Novembre 2014 at 17:40

    che delizia la tua zuppa, purtroppo qua da me è sempre una lotta per farla gradire soprattutto a mia figlia ( a dire il vero anche il marito non scherza…)
    Però quasi quasi…anche per me sola una bella porzione me la potrei preparare!
    Buona serata, ciaooo

  • Reply
    Ileana Pavone
    24 Novembre 2014 at 18:23

    Sorrido perché le stesse battute sul miglio le faceva mio padre, ma si sta abituando anche lui alla mia cucina..e quant'è bello vedere i loro cambiamenti? ^_^
    Tu tesoro sei sempre bravissima e poi abbiamo gli stessi gusti.. aspetto un pranzo insieme <3

  • Reply
    Raffi
    24 Novembre 2014 at 18:45

    una zuppa stupenda, saporita, genuina…

  • Reply
    Silvia Brisigotti
    24 Novembre 2014 at 18:58

    Ah ah, sto morendo dal ridere!! Mio marito era uguale!! Anche lui ama le zuppe e ho una confezione di miglio, che non ha mai assaggiato perché noto cibo per canarini, in dispensa!!
    Questa zuppa è uno schianto!! La farò di sicuro per il suo battesimo del miglio!!
    Un abbraccio!!

  • Reply
    Patty Patty
    25 Novembre 2014 at 11:50

    Luisa che bella calda e saporita la tua zuppa… io adoro il miglio e il cavolo nero, che qui stranamente si trova di rado…. ma quando lo trovo mi butto a pesce! Un bascione gioia!

  • Reply
    Günther
    25 Novembre 2014 at 12:40

    una gran bella zuppa interessante uso del cavolo nero

  • Reply
    Dolci a gogo
    25 Novembre 2014 at 12:55

    Che meraviglia le zuppe sono anche la mia passione e se fosse per mio marito cara si mangerebbero solo piatti ad alto contenuto di colesterolo quindi anche io cerco in tutti i modi di convertirlo però le zuppe in famiglia piacciono a tutti!!Bacioni,Imma

  • Reply
    Acquolina
    25 Novembre 2014 at 16:13

    amo le zuppe, per fortuna pure mio marito, anche se penso sia un po' difficile come il tuo, mentre io vorrei sperimentare un po' di tutto i suoi gusti mi frenano, questi uomini! 😀
    il miglio lo uso pochissimo ma mi hai incuriosito, ciao!

  • Reply
    sississima
    26 Novembre 2014 at 9:41

    quanto mi piace questa zuppa, un vero confort food per me, la proverò con il cavolo nero del mio orto, un abbraccio SILVIA

  • Reply
    Picetto
    26 Novembre 2014 at 18:05

    BRAVAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA! Occorre insistere con mariti e figli, vedrai che non potranno più fare a meno delle verdure e di tutti i cibi che fanno bene alla salute! Io ho abituato sia mio marito che i miei figli ad assaporare i cibi sani, penso che questa sia una grande dimostrazione di affeto! La tua zuppa è favoooooooolosa, ne mangerei una coppetta adesso con gusto! peccato che da noi il cavolo neno non si trovi, non immagini quanto vorrei assaggiarlo! Un grandioso saluto
    M.G.

  • Reply
    Idee “detox” per purificarci dopo le feste di Natale e prima del cenone di Capodanno
    1 Maggio 2015 at 9:59

    […] Una bella zuppetta calda come questa .. […]

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.