Pane di grani duri Siciliani selezionati

Il pane mi piace.. lo si sa..
mi piace farlo, mi piace il profumo quand’è sfornato..
mi piace…
ma se mi presentate davanti un semplice pane bianco comune o quelli tipo al latte, lo ammetto, non ne vado pazza.

Come mi piace il pane?
Mi piace quello nero, grezzo, pieno zeppo di semini.. quello che sa di montagna, che mi ricorda la Germania..
oppure mi piace quello con la crosta croccantissima e dentro praticamente vuoto…
e poi vado letteralmente pazza per il pane di grano duro.. per me è l’essenza del pane povero, che dura per giorni.. il pane contadino buono anche vecchio di giorni, tostato nella stufa a legna e servito semplicemente con aglio, pomodoro e basilico.. oppure inzuppato nel minestrone d’invero…
Il pane di semola di grano duro non è tipico del Nord.. è invece molto diffuso nel Meridione d’Italia.. Puglia, Sicilia in primis..
In Sicilia, il grano duro infatti è utilizzato per produrre numerosi tipi di pane, con caratteristiche diverse secondo gli usi e le tradizioni locali..
Tipiche della Sicilia ci sono proprio delle produzioni di grani particolari.. 
Fra le più note va ricordata
la «Timilia», antico
grano duro ampiamente
diffuso nel primo cinquantennio
del secolo scorso nelle aree collinari
del Meridione, e in particolare in Sicilia
e lo sfarinato
di Timilia è tuttora utilizzato per la produzione del tipico «pane nero di
Castelvetrano» (zona di Trapani).
Non è il solo grano duro tipico Siciliano… altro ad esempio è il Russello… ho trovato le farine biologiche di queste 2 meravigliose varietà di grani duri Siciliani ed ho pensato di farne subito un gran bel pane… buono..ma buono davvero!
La novità? ah sì.. la novità c’è.. è tornato il lievito madre in casa… 
ripartiamo con i lievitati “fatti come si deve”.. e questo mi da una carica, una voglia di impastare, sfornare…
e con questo pane inauguriamo questo nuovo percorso..

La ricetta è quella di Paoletta di Anice&Cannella.. una sicurezza quindi..
Pane di grano duro con lievito madre e autolisi
…………………………………………………………………………
300 gr di farina di semola rimacinata di grano duro Timilia
300 g di farina di semola rimacinata di grano duro Russello
450 g di acqua a temperatura ambiente
150 g di lievito madre rinfrescato e maturo
12 g di sale
Autolisi: nella ciotola del KA ho versato una prima parte di acqua (circa 330 g) con una parte di farina (450 g: tutta la timilia + 150 g del Russello), coperto con pellicola e lasciato per 30 min a temperatura ambiente. In una ciotola a parte ho messo il lievito madre spezzettato a sciogliere nel resto dell’acqua e coperto con uno straccio pulito ed umido (uso sempre lo stesso per i lievitati e lo lavo senza detersivi).
Passati i 30 minuti dell’autolisi, ho montato la foglia ed iniziato ad aggiungere l’acqua con la pasta madre, impastando a bassa velocità giusto il tempo per legare i due impasti.. poi ho aggiunto il resto della farina ed il sale. Ho impastato per una decina di minuti, formato una palla e messo con pellicola a lievitare per 90 min circa. Trascorso il tempo ho dato una piega a 3 e lasciato lievitare ancora fino al raddoppio (era in cucina con la stufa a legna accesa e con quel calduccio in 2 h e mezza era pronto). Trascorso il tempo, ho rovesciato l’impasto sulla spianatoia infarinata, arrotondato e coperto ancora per altri 30 min. A questo punto ho dato la forma a filoncino, posto nel solito straccio pulito ed infarinato. Dopo un oretta era ben lievitato, ho fatto i tagli trasversali e rovesciato direttamente il filone dallo straccio alla pala… infornato nel forno a legna a 250° lasciando un pochino lo sportello aperto perchè la temperatura si abbassasse un pochino… in totale cotto 30 min (bussando nella superficie sotto, se suona “a vuoto” è pronto!).
… tostato.. strofinato con uno spicchio d’aglio … un filo d’olio buono…
la Vita è meravigliosa..
enjoy!
Luisa

Facebook Comments
LIEVITATI, LIEVITATI SALATI
Previous Story
Next Story

You Might Also Like

13 Comments

  • Reply
    Silvia Brisigotti
    23 Febbraio 2015 at 17:54

    Bravissima!! E' splendido!! Anche io adoro il pane di grano duro!!
    Buona serata!

  • Reply
    elenuccia
    23 Febbraio 2015 at 21:17

    Che sepettacolo, la vista del pane fatto in casa mi commuove. Quando ho letto l'intro del post sono rimasta quasi senza parole, avrei potuto scrivere proprio le stesse cose, anche se scritte peggio. Anche io adoro i pani tedeschi rustici e con tanti semi, oppure il pane di semola di grano duro tipo l'altamura, e il pane con la crosta supercroccante e quasi abbrustolita. Tanto per dirti quanto amo il pane ti dico che da casa mia non esce mai pane, non esiste che si butti. A me piace anche quello secco, lo spezzetto e poi lo mangio a colazione nello yogurt come se fosse una granola. Adoro il contrasto tra il cremoso dello yogurt e il croccante del pane

  • Reply
    consuelo tognetti
    23 Febbraio 2015 at 21:59

    Stupendo..questo è un vero colpo di fulmine 🙂

  • Reply
    Tiziana Bontempi
    24 Febbraio 2015 at 0:19

    Io adoro il pane e mi piacerebbe proprio provare queste farine 🙂
    Ciao, notte
    Tiziana

  • Reply
    Paola
    24 Febbraio 2015 at 0:39

    Che bello! a guardarlo sembra di sentirne il profumo, complimenti1 Un abbraccio
    Paola

  • Reply
    Erica Di Paolo
    24 Febbraio 2015 at 8:26

    L'amore per il pane, per le farine, per i sapori autentici è quanto di più emozionante possa esistere. L'essenza della semplicità. Meravigliosa, e meraviglioso il tuo risultato. Grande!!

  • Reply
    Claudia
    24 Febbraio 2015 at 12:33

    Il pane con la semola rimacinata è davvero ottimo!!!! E anche io come te adoro i pani neri pieni zeppi di semini!!!!!Un bacione.. e complimenti per questo pane.. perfettamente riuscito!

  • Reply
    Amelie
    24 Febbraio 2015 at 13:03

    noi invece preferiamo i pani morbidi ma quando torniamo a casa….il pane polisporo è sempre sulla nostra tavola!
    amelie

  • Reply
    Raffi
    24 Febbraio 2015 at 17:49

    sono senza parole… solo complimenti…

  • Reply
    Azzurra
    24 Febbraio 2015 at 18:52

    a me mi piace un sacco il tuo!!! a me mi non si dice????è uguale a me mi piace il tuo!!!ahahah
    bella sei amorina mia

  • Reply
    Federica
    25 Febbraio 2015 at 5:36

    è a dir poco splendido, mi sembra davvero di sentirne il profumo 🙂
    anch'io generalmente preferisco pani rustici pieni zeppi di semini, ma quello di grano duro insieme al pane di kamut sono gli unici pani "bianchi" che me li farebbero dimenticare
    un bacio, buona giornata

  • Reply
    sississima
    25 Febbraio 2015 at 9:25

    che pane favoloso…io non sono poi così tanto brava con il pane, per il momento ammiro il tuo!! Un abbraccio SILVIA

  • Reply
    Mary in Cucina
    9 Marzo 2015 at 15:31

    Bellissimo, mi ispira una bella scarpetta 😉

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.