Il piatto unico: il segreto è nella composizione del piatto

tacchino verdure e gallette segale

Certo.. la qualità è il primo ingrediente per la ricetta della salute.

Qualità della vita quotidiana.. delle relazioni familiari e sociali..

qualità dell’aria che respiriamo..

e qualità del cibo che mangiamo.

Ma a volte ci chiediamo se sappiamo combinare bene i cibi nel piatto.. per essere sicuri di assumere tutti i nutrienti necessari senza affaticare troppo l’apparato digestivo!

Insomma.. dimenticate la vecchia (e mai funzionante) dieta dissociata..

La maggior parte delle persone organizza la propria dieta con il classico format “carboidrati a pranzo e proteine a cena”.. addirittura con il tabù della frutta dopo le 17…

Ogni pasto deve essere completo.. dalla colazione alla cena, spuntini compresi! Cosa significa?

proteine, carboidrati, grassi e tante fibre tutte assieme nella giusta proporzione, questa è la chiave.. anche per il dimagrimento/mantenimento del peso, oltre ad aiutare in modo determinante la gestione della glicemia!

Regina del piatto dovrà essere la verdura, che ne deve occupare la metà! Il resto se lo spartiranno in parti uguali (25%) i carboidrati complessi derivanti soprattutto da cereali integrali (pasta e cereali in chicco, pane e polenta tutti integrali e patate) e le proteine (animali e vegetali). Il tutto condito con grassi “buoni”.. come olio extravergine d’oliva, di riso, di canapa o altri oli vegetali di qualità oppure direttamente dai semi oleosi (noci, semi di zucca, di girasole, etc).

Ho sposato questa filosofia a tavola a casa mia, a lavoro come approccio per i miei pazienti e in ogni divulgazione della sana alimentazione che mi trovo a fare.

Lo stesso principio è condiviso con una delle testate con cui collaboro, ovvero Casadivita Despar.. e proprio con loro ho elaborato qualche ricettina.

Eccone una… la trovate su casadivita Despar!

Buon pranzo…

buon inizio settimana!

Facebook Comments
ARTICOLI & RECENSIONI, ARTICOLI NUTRIZIONALI, DESPAR MAGAZINE, LIGHT, PIATTI UNICI, RIVISTE & MAGAZINE, SECONDI PIATTI DI CARNE, VERDURE & CONTORNI
Previous Story
Next Story

You Might Also Like

8 Comments

  • Reply
    tizi
    14 Marzo 2016 at 12:03

    quanto hai ragione, cara Luisa! ho seguito varie diete ma per fortuna non mi sono mai fatta convincere a provare la dissociata, secondo me può solo far danni.
    adesso invece, pur non essendo a regime, riesco a capire cosa mettere nel piatto seguendo delle linee guida che in pratica coincidono con quello che scrivi tu qui nel post! è importante ribadire certi concetti per combattere l’ignoranza che ancora c’è in giro su questi argomenti 😉

    • Reply
      ghiottodisalute
      14 Marzo 2016 at 15:55

      bene, sono felice che ti trovi in linea con questa alimentazione e che ti senta bene! un abbraccio

  • Reply
    zia Consu
    14 Marzo 2016 at 13:57

    Sono perfettamente d’accordo con te e sono felice di riuscire a seguire queste regole con costanza e fantasia 🙂
    Vado a leggermi il tuo intervento, buona settimana <3

    • Reply
      ghiottodisalute
      14 Marzo 2016 at 15:55

      bene cara… come stai? un abbraccio

  • Reply
    saltandoinpadella
    14 Marzo 2016 at 15:37

    Tutti dicono che le proteine sono molto sazianti, ma a me non saziano un cavolo. Praticamente se mangio una fettina di pollo è come se non avessi mangiato nulla. E? normale?
    Concordo che una sana alimentazione varia e senza privarsi di niente sia il modo migliore per una vita sana. Ma un dolcetto ce lo facciamo rientrare da qualche parte? 🙂

    • Reply
      ghiottodisalute
      14 Marzo 2016 at 15:57

      Le proteine hanno meno volume e quindi apparentemente ti saziano meno.. il segreto è proprio quello di non mangiare solo carboidrati (altrimenti danno picco glicemico e subito dopo il calo con sensazione di fame) nè solo proteine. Ma vanno associati tra loro con una importante dose di verdure che con le fibre fanno volume e saziano! il dolcetto.?? eccerto, magari buono e fatto in casa… e al mattino a colazione!

  • Reply
    Batù Simo
    14 Marzo 2016 at 16:45

    .. mi sono fatta una cultura, volente o nolente… fai benissimo a parlarne, il tuo piatto poi ad occhio è invitantissimo 🙂

  • Reply
    Mary Vischetti
    14 Marzo 2016 at 17:00

    Preziosi i tuoi consigli, ne farò tesoro…grazie per aver condiviso! Un abbraccio, Mary

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.